Mitsubishi A6M2 ZERO

AA: 72 cm
Peso ODV: 140 g
Motore:  RC Smart 2500 RPM/V
Regolatore: 8 A
Elica:  Ghunter bianca (5x4,5) o GWS 7x3,5
Batteria:  2 LiPo da 360 mAh
Data collaudo: Novembre 2009 - Febbraio 2010


Il primo prototipo. Modello sperimentale per il Combat Indoor, realizzato in Depron da 6 mm, fusoliera a croce che riproduce i due profili dell'aereo vero, visto di lato e dall'alto. Ala a tavoletta rinforzata con tondino di carbonio da 3 mm. Le parti mobili sono gli alettoni a tutta lunghezza sull'ala comandate da un servo da 7,5g e il timone di profonditÓ comandato da un servo da 5g.

Collaudato al campo di volo Ŕ risultato un ottimo modellino, agile e scattante, ma una volta arrivati in palestra Ŕ stata una tragedia, il modello Ŕ molto veloce ed il volo indoor per i miei pollici Ŕ quasi impossibile con questo modello.

Il desiderio di ottenere un modello dal volo lento mi ha portato a sperimentare un altro tipo di ala. Nella versione ZERO.1 ho eliminato l'ala a tavoletta e l'ho sostituita con un ala sempre in Depron, ma con profilo molto portante, un NACA-64, realizzata con foglio da 3 mm piegato sul bordo d'entrata e struttura con 3 centine per dare la forma giusta. Il risultato in volo Ŕ stato abbastanza deludente, nessun miglioramento apprezzabile in termini di riduzione della velocitÓ di volo.

Consigliato dagli esperti che mi hanno suggerito il profilo Jedelsky ho tolto l'intradosso all'ala ottenendo un profilo concavo-convesso. Nasce la versione ZERO.2 . Il risultato Ŕ migliorato leggermente ma la lentezza dei modelli indoor Ŕ ancora lontana.

In collaborazione con Alberto del negozio SeiAlisei di Bergamo, che ha fornito il materiale, ne Ŕ stata realizzata anche una versione ricavata da una lastra di EPP, polipropilene espanso, una specie di polistirolo gommoso indistruttibile, dallo spessore di 9 mm. Le doti di volo sono del tutto simili, il peso Ŕ stato ridotto di 15 grammi circa e risulta molto pi¨ resistente in caso di crash.